Sovrapposizioni

DSC03086

C’era una volta la fashion blogger: la ragazza della porta accanto, quella che amava vivere la moda e condividerla democraticamente.

Quella che non ritoccava le foto con Photoshop, quella che non si definiva con termini altisonanti quanto vaghi come “manager”, “founder” o “web editor”, quella che non faceva gli shooting accompagnata da una squadra come per una copertina di “Vogue”, ma si ritraeva nella sua realtà e nella sua naturalezza.

Per me è ancora questo una fashion blogger: una donna che esprime il suo stile e la sua visione personale della moda con spontaneità e personalità, senza artifici, senza inganni, senza costruirsi un personaggio.

E allora se in qualche foto ho un capello fuori posto, o se la resa della luce non è perfetta, pazienza.

Niente trucchi, niente inganni: solo passione e divertimento.

In queste foto indosso un abbinamento mai sperimentato prima: lungo blazer di taglio maschile e abito sottoveste. Sovrapposizione di linee oversize e aderenti, mix di bianco e cipria all’insegna della femminilità.

Che ne pensate di questo mix?

DSC03087

DSC03090

DSC03091

I was wearing:

Dress: Be-Tween / Blazer: Bluoltre / Bag: Blugirl / Shoes: Janet&Janet

Advertisements

18 thoughts on “Sovrapposizioni

    • Ciao! Sono d’accordo: un conto è qualche effetto su luce e colori di una foto, un altro ritoccare con Photoshop per spianare le rughe e ottenere foto di plastica che alterano la realtà di una persona.
      Grazie! : )

  1. Bello l’insieme e bello il modo in cui esprimi il tuo punto di vista, sono d’accordo anche se penso sia anchsì giusto, come in ogni settore, concepire un’evoluzione, chi fa blogging per passione chi per lavoro, il mondo è bello perchè è vario 🙂
    Un abbraccio, ti seguo con piacere
    Elena
    http://www.mixelchic.it

    • Ciao Elena: ma infatti io non ho detto che sono contraria a trasformare un fashion blog in un lavoro, ho detto che secondo me troppe blogger oggi come oggi sono costruite, non spontanee e somigliano sempre più a modelle fatte in serie che a donne “normali”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...