Country girl

DSC02778

Un angolo segreto perso tra boschi e campagna, immerso tra i cespugli, conserva il fascino decadente delle strutture abbandonate, incastrate nella natura fino al mimetismo.

Al termine di un pomeriggio di escursioni naturalistiche, colgo al volo questa location e la trasformo in un set insolito per le mie foto.

Indossavo un outfit casual e pratico che doveva essere adatto a camminare per sentieri sterrati di montagna, ma non ho voluto rinunciare alla femminilità, grazie all’abito panna con scollo in pizzo, né al tocco modaiolo del bomber in ecopelliccia maculata.

A location selvaggia, corrisponde pelliccia animalier!

Del resto, siamo o non siamo in un luogo di natura selvaggia e incontaminata?

DSC02779

DSC02776

 

DSC02774

DSC02778

DSC02769

I was wearing

Faux fur bomber jacket: Motivi / Dress: Dixie/ Leggings: SoAllure / Boots: no brand / Bag: no brand

Ofelia

DSC02736

Fuori piove: addio foto all’aperto e passeggiate.

Così mi invento una location in interno, giocando con la fotografia e la moda.

Un  abito romantico, una nuvola di tulle, una coroncina di rose, per interpretare una moderna dama medioevale, un po’ hippie un po’ elfa dei boschi.

Tra bianco e rosa, nella morbida penombra della stanza, mi sento una fanciulla da pittura preraffaellita, e mi tornano in mente paesaggi fioriti, atmosfere rarefatte, donne sospese tra romanticismo e languore.

Ginevra di Re Artù, Giulietta, Ofelia, ma soprattutto Ofelia.

DSC02739

DSC02744

DSC02735

DSC02736

I was wearing

Dress: Dixie / Crown: handmade / Nail: Kiko

Numbers

DSC02758

Numbers numbers numbers.

Ormai da almeno un anno i negozi sono invasi dalle stampe coi numeri: rubate al mondo dello sport, spuntano su t-shirt, felpe e canotte.

Da abbinare a pantaloni, shorts e sneackers per un look sportivo e glam, oppure a lunghe gonne, preferibilmente in tulle, se si vuole giocare sui contrasti.

Un vero trend- tormentone che si ama o si odia.

Io lo amo, e voi?

In foto il mio ultimo acquisto “a numeri”, una maglia dal taglio quadrato in un tenero rosa cipria, e i miei outfit in tema.

E dire che in matematica sono sempre stata un disastro!

 

 DSC02726

DSC01902

I was wearing :

Sweater: Kontatto / Number print sweater:  Genesy/ Bracelet: Viridì

In love with the city and my oversize coat

DSC02751

Amo la mia città.

Non è la mia città d’origine, non è la città in cui sono nata e cresciuta, ma è la mia città.

Dove vivo, mangio, cammino, esplorando ogni volta uno scorcio nuovo da scoprire trascurato da chi invece ci abita da sempre.

Sabato pomeriggio: il sole di colpo si oscura, inizia  a piovere, e Piazzale dell’Università assume tinte forti e suggestive, quasi da film neorealista.

Prima che si scateni il temporale, mi godo il cielo rosso di questo tramonto nuvoloso e ne approfitto per fare qualche foto in questo particolare sfondo metropolitano.

Indosso un casual look, pantaloni da cavallerizza e stivaloni ingentiliti dal mio nuovo cappotto.

Avvolgente come una vestaglia, leggermente oversize, unico nel suo colore, mix di bianco latte e beige rosato.

Che ne pensate?

Buona domenica, fashion lovers!

DSC02745

DSC02746

DSC02747

DSC02748

DSC02750

DSC02751

I was wearing:

Coat: Giorgia e Johns / Pants: Annarita N / Boots: no brand / Bag: no brand / Bracelet: Viridì

Explosion d’Emotions: la seduzione, l’eros e la notte sulla pelle

 

Oggi voglio parlarvi nuovamente di profumi, una delle mie più grandi e folli passioni; ma non di profumi qualsiasi, bensì di profumeria artistica, che propone fragranze d’eccellenza per qualità di materie prime e innovazione.
Explosion D’Emotions: la soprendente novità di L’Artisan Parfumeur, uno dei marchi più noti e storici della profumeria artistica.

La collezione Explosion D’Emotions si compone di tre eaux de parfums che riportano la maison alla visione del profumo del suo fondatore, il maestro Jean Laporte, nella formulazione di creazione olfattive uniche ed emozionanti.

E infatti tutte e tre le fragranze hanno centrato, a mio avviso, l’obiettivo: sorprendenti, innovative, e soprattutto emozionanti.

Deliria esprime l’euforia dei sensi, Skin on Skin l’abbraccio tra due amanti, Amour nocturne l’esplosione della passione e la successiva intimità della notte.

Ed è proprio quest’ultimo ad avermi più colpito e fatalmente sedotto.

Sentori di latte caldo e caramello mescolati al cedro, alla nota insolita della polvere da sparo e a quella sensuale dell’ orchidea.

Amour nocturne  è un profumo veramente “esplosivo”, emozionante ed emozionale, erotico e raffinato, dolce ma non stucchevole, capolavoro di equilibrio tra note gourmand e sentori di legno.

Un’esplosione avvolgente di sensualità e mistero, che fa rivivere sulla pelle l’incanto mistico e carnale di una notte di passione.

Unica controindicazione: attenzione, questo profumo crea dipendenza, proprio come una notte dolce ed esplosiva.

Per chi cerca profumi pregiati e decisamente diversi dai soliti, per chi vive il profumo come un’emozione da sentire dentro e non solo come un odore con cui profumare la pelle, questa fragranza lascerà certamente il segno, così come le altre che consiglio a tutti di provare.

I profumi de L’Artisan Parfumeur si trovano presso tutte le sedi di L’Olfattorio ( A Firenze situato in via Tornabuoni 6).

Frivolezze per capelli: hats and more

DSC01843

Ornamenti per capelli: mai come quest’anno c’è da sbizzarrirsi.

Tra cappelli, cerchietti, coroncine e paraorecchie, i capelli si vestono di accessori importanti per personalizzare e valorizzare ogni look.

Poiché qui diluvia da giorni, ecco un post dedicato a una carrellata dei miei copricapi, in attesa di poter fare altre foto con le mie new entry.

Dal cerchietto con le piume al cappellino retrò, passando per lo streetstyle e il colbacco, i copricapi che scelgo esprimono sempre la mia personalità curiosa e vivace, oltre che il mio gusto per uno stile femminile ma frizzante e molto personale.

Una scelta di accessori a volte frivoli, talvolta aggressivi, talvolta romantici, ma che si fanno sempre notare per distinguersi dalla massa.

E voi di che cappello siete? DSC02566 WP_000162 DSC01904 DSC01865 DSC02049 DSC02446 DSC_0094

Fashion inspiration n. 14: androgyne style

Louise-1

Stile androgino: un classico evergreen.

Affascinante, intrigante, aggressivo eppure terribilmente femminile.

Forse perché evoca la parte più mascolina e decisa che è presente in ogni donna, forse perché intriga l’idea di giocare a interpretare l’uomo in un corpo dalle sembianze femminili.

In voga già negli Trenta, indossato da icone cinematografiche sensuali come Greta Garbo e Marlene Dietrich, viene riproposto in passerella negli anni Settanta dal provocatorio e indimenticabile smoking di Yves Saint Laurent, e non c’è oggi collezione in cui periodicamente non venga riproposto.

Ma come costruire un perfetto look androgino, ovvero mannish?

Indispensabile una giacca lunga dal taglio maschile, un paio di pantaloni larghi e fluidi, una camicia, preferibilmente anch’essa ampia e  fluida, oppure in alternativa, per chi ha un seno piccolo, la pelle nuda sotto la giacca.

Completano il look androgino scarpe stringate basse, oppure, se si vuole spezzare il tutto con un tocco femminile, un paio di sandali o di pumps; accessori chiave possono essere poi un cappello, un paio di bretelle, o una cravatta.

Qui di seguito alcune immagini di icone di questo stile, e ispirazioni per un look androgino tratte da due tra i miei fashion blog preferiti.

E voi che ne pensate di questo stile così particolare?

Diane Keaton in Io e Annie (Annie Hall), Woody Allen, 1977

Helmut Newton, Yves Saint Laurent, Rue Aubriot, Vogue France, 1975, Paris

Yves Saint Laurent, ph Helmut Newton: “Le smoking”, Vogue France, 1975

Cara Delevingne for YSL Baby Doll Mascara, 2013

Cara Delevingne for YSL Baby Doll mascara, 2013

androgine look

black jacket

Virginia Varinelli – The ugly truth of V

 Louise-16bis
Louise-1
Louise Ebel – Miss Pandora