Paradise

DSC01044

When I’m with you it’s Paradise, diceva una canzone, colonna sonora di un film del filone di Laguna blu.

Le note di questa canzoncina mi risuonavano in mente non appena messo piede in questo luogo: le cascate di San Nicola di Caulonia, chiamate anche “le cascate del convento”, dal nome di un antico convento situato nelle vicinanze, dove tuttora vive un eremita.

Un luogo incantato e fuori dal tempo, un piccolo paradiso che si apre alla vista superati chilometri di strada di campagna tra rocce e fitti boschi di lecci.

Una domenica trascorsa immersa tra queste chiare, fresche e dolci acque, in compagnia di un gruppo di amiche.

Dopo un inizio avventuroso all’insegna di strada sterrata in salita senza jeep, che ci ha fatto sentire Donnavventura in versine tragicomica, percorso un breve sentiero in discesa la vallata ci svela le sue bellezze.

L’acqua del fiiume è fredda e tonificante, specie sotto il getto della cascate, l’ampia spiaggia è dotata di ombrelloni, lettini e un punto di ristoro dove è possibile mangiare un po’ di tutto, oppure cucinare da sé sulla griglia. Tutto intorno al fiume, colline a strapiombo ricoperte di fitta vegetazione mediterranea.

Il mio look per l’occasione era molto easy: bikini verde acqua stile anni Sessanta, grande cappello in tessuto, infradito e sopra un copricostume nero.

Un look che ricorda la moda e le dive di quel periodo, spesso immortalate sulle spiagge della Costa Azzurra con maxi cappelli e occhialoni scuri.

Per scattare le foto immersa nel fiume col cappello in testa ho rischiato la caduta tra i sassi: cosa non si fa per seguire la fashion/foto mania!

Se non avete ancora visitato la mia pagina Facebook, passate  e lasciatemi un like : )https://www.facebook.com/alessandra.oliva78

DSC01035

DSC01028

DSC01027

DSC01043

DSC01044

DSC01022

DSC01038

DSC01025

DSC01026

Bikini: Huit

Hat: Airoldi

Sunglasses: Dolce e Gabbana

Infradito: no  brand

Annunci

Verso Sud: my fashion-travel diary

Finalmente al mare: le mie vacanze estive sono da sempre in Calabria.

La mia terra, le mie radici, che riscopro ogni anno con piacere tra bagni nel blu profondo del Mar Ionio, cene con gli amici, escursioni naturalistiche, feste, sagre, eventi e tanto altro.

Non sono su Instagram perché non sono fanatica di I phone e compagnia bella. Ho deciso però di fare un collage di foto effetto Instagram, che raccontassero e riassumessero in modo “informale” e divertente i momenti migliori di questi miei primi giorni di vacanza.

Tra sole, mare, cibo saporito e serate danzanti, senza mai dimenticare la cura del look e l’amore per la moda.

Spero vi piaccia questo esperimento di fashion diary vacanziero; in ogni caso nei post successivi racconterò non solo di moda e del mio stile personale, ma anche di questo mese che trascorrerò verso Sud.

Buone vacanze a tutti e… follow me!

A mezzogiorno, su una spiaggia tranquilla come piace a me: tra barche di pescatori, primo sole, il mio costume preferito a stampa tropical (e i capelli stravolti dal mare!).

Direzione cena-gossip con le amiche, poi serata ballo caraibico: cosa c’è di più adatto di un abito giallo canarino? Vamos!

Bikini: Vacanze italiane

Telo: Yamamay

Infradito: no brand

Occhiali: Dolce e Gabbana

Abito: No-na

Sandali: Janet & Janet

Collana: MaBa Creations

Romanticismo

DSC00930

Giochi di luci ed ombre, atmosfere romantiche e appena velate di languore nel verde di un parco.

Location che trovavo ideale per interpretare questo outfit, perché il bianco risalta sul verde come in una tela di un pittore impressionista; ma altrettanto perfetta avrebbe potuto essere anche la facciata di un palazzo d’epoca.

 Sono le sette di sera ma fa ancora molto caldo, qualche curioso si ferma ad osservare lo shooting improvvisato. Il vento mi spettina i capelli e il sole avvolge di luce dorata il mio abito, creando un bel gioco di riflessi nelle foto.

Romantico e barocco con i suoi fronzoli di fiori applicati e le balze, nell’indossarlo mi sento un incrocio tra una sexy damina del settecento e

una sposa in abito da sera.

Ho sempre adorato gli abiti estrosi e baroccheggianti, come questo, che è talmente ricco da non aver quasi bisogno di accessori: a completarlo, un paio di sandali bicolore, una romanticissima clutch in pizzo macramè, e un ciondolo in madreperla che ricorda i colori delle conchiglie.

Tutte le sfumature del bianco riunite e mischiate (dall’avorio al panna) in una versione insolita del total white, che diventa “multi white”.

Che ne pensate?

DSC00925

DSC00936

DSC00923

DSC00922

DSC00931

Abito: Exté

Clutch: Twin-set

Sandali: Janet & Janet

Collana: no brand

I want to break… fluo!

DSC00903

Anche quest’estate il colore fluo è una delle tendenze-tormentone più in voga.

Giocosa, divertente, estrosa, vitaminica, da amare o odiare, ma comunque da provare.

Fucsia, giallo lime, arancione, verde pistacchio e blu elettrico sono la tavolozza di colori che con un po’ di audacia e creatività possono legarsi in diversi abbinamenti insoliti e pieni di energia.

Ho sempre ammirato sulle pagine delle riviste di moda e nelle vetrine dei negozi questo mix e match di colori, ma su di me non avevo mai osato indossarlo perché lo trovavo eccessivo.

Infine però anche io ho ceduto alla tentazione della curiosità, decidendo di sperimentare un abbinamento per me insolito e divertente.

I colori sono accesi e golosi: verde pistacchio, rosa shocking, rosso fragola.

Gourmand come quelli dei macarons francesi, o di una vaschetta di  gelato alla frutta.

Un outfit semplice, estivo, basato sull’energia assoluta del colore.

Niente orpelli, perché il rischio pacchianeria è dietro l’angolo, ad eccezione della splendida collana MaBa Creations, che col suo intreccio di verde e giallo richiama il colore della canotta, così come il bauletto color fragola gioca con il rosa shocking della gonna plissé.

Sono sicura che appena finalmente la mia pelle tendente al pallido si colorerà di scuro,  indosserò di nuovo questo outfit con più soddisfazione.

Che ne pensate di questo esperimento, e del new look capello corto?

DSC00901

DSC00902

DSC00905

DSC00910

DSC00914

DSC00912

Canotta: Hollister

Gonna: no brand

Borsa: Pulicati

Sandali: Exé

Collana: MaBa Creations

Fashion inspiration n. 5: summer colors

Ciao a tutti!

Dopo una settimana di forzata astinenza da internet e da blog, finalmente rieccomi a scrivere di moda, stile e ispirazioni di bellezza.

Fashion inspiration n. 5: perché è vero che non nascondo le mie opinioni critiche nei confronti del mondo fashion blogs, ma è altrettanto vero che alcuni di essi sono una bella fonte di ispirazione, di idee, di confronto.

L’estate è la stagione del colore: la moda di quest’anno lo vuole accesso, vivace, ancora fluo, ma restano sempre sulla cresta dell’onda dei colori che sono un passepartout con il quale non si sbaglia mai.

L’azzurro e il bianco: i colori di cielo, mare, sabbia. Colori evocativi, delicati e avvolgenti, portatori di luce e di charme.

Gli esempi d’ispirazione che ho scelto mi hanno colpito perché ognuno interpreta un trend di questa estate 2013 con classe e originalità.

Fatemi sapere cosa ne pensate e… stay tuned!

The Ugly Truth of V – Virginia Varinelli

Non blu, non azzurro, non celeste: azzurro cielo, anzi ceruleo

Il colore del cielo ma anche del mare, che non può mancare nel guardaroba estivo.

L’abito fluttuante e dalla linea morbidamente  femminile, di vaga ispirazione Antica Grecia, è una perfetta sintesi di semplicità ed eleganza; Virginia sempre splendidamente chic, qualunque cosa indossi.

Un’idea da tenere a mente quando si ha voglia di uno sprazzo di cielo e di acqua di mare sulla pelle.

Palais Royal

Gary Pepper – Nicole Warne

Armonia di celeste, bianco e blu: la longuette a maxi righe nei colori marinari, è un pezzo imperdibile se si sceglie di cedere a questa tendenza-tormentone.

Il look è ricercato, ladylike, bon ton ma sexy, da signora perbene che non rinuncia a mostrare la sua sensualità femminile a colpi di corpetto e tacchi a spillo.

La classe di Nicole, unita alla sua bellezza, ispira e detta lo stile: quello con la S maiuscola.

White dress look Mónica Sors, Mes Voyages à ParisMónica Sors White dress look

Fashion salade-Mes voyages a Paris – Monica Sors

New entry nella mia personale classifica: lo stile di questa ragazza spagnola che vive nella bella Cancùn, in Messico, mi ha incuriosito perché è fresco, easy ma non banale, con qualche incursione nell’etnico senza eccessi.

Come in questo caso: l’abito con corpetto a fantasia etnica e ampia gonna bianca è una nuvola di luce e candore. Femminile, semplice e ricercato, etno-chic. Un’originale interpretazione del bianco che ci accompagna sempre nelle calde sere d’estate.

Fashion blogger: fashion lover or fashion criminal?

gonna tulle
Avviso ai naviganti: questo è un post diverso dal solito e “scomodo”, astenersi dal leggere  e commentare  se si è affetti da mancanza di critica e autocritica o dalla sindrome del leccaculo.
Fashion blogger: una definizione che va di moda, un’etichetta che identifica una figura virtuale ma anche reale di opinionista della moda.
Ma che cosa bisogna fare per essere definiti fashion bloggers?
Tempo fa lessi un articolo ironico e pungente su un blog, in cui si indicavano le regole base per diventare una fashion blogger di successo. Tra le più importanti c’era questa: evitare di essere originali e invece copiare, perchè più si copia più si ottengono followers.
Addentrandomi in questo mondo parallelo dei fashion blogs, ho dovuto dare ragione all’acuto redattore di quell’ articolo.
Originalità? Troppo raffinata, non viene capita, meglio scopiazzare in qua e in là e parlare tutte  dello stesso argomento, che sia la nuova linea trucco di Dior o la moda della stampa camouflage.
Scrivere bene in italiano e inserire contenuti artistici o letterari in un articolo? Secondario, fatica sprecata, meglio scrivere due parole in croce, magari anche con qualche errore da far venire i brividi, tipo “il zaino”.
Avere stile e buon gusto nel vestire? Questi sconosciuti!
Tra chi è alta un metro e 60 e rotondetta, ma si fotografa con shorts improponibili e vestiti effetto bomboniera, invece di scegliere capi che nascondano i difetti e slancino la figura, e chi propone outfit costruiti con jeans, infradito e t-shirt anonimi, c’ è da chiedersi spesso con quale criterio queste ragazze vengano definite esperte di fashion e seguite da migliaia di persone.
Una rinfrescata sulle regole dell’eleganza e della moda, perchè la moda ha delle regole, non guasterebbe.
In mancanza di tutto ciò, il panorama è l’appiattimento totale, le fashion bloggers si atteggiano a starlettes con la puzza sotto il naso, e i brands fanno a gara per essere pubblicizzati dalle nuove “veline” dei giorni nostri. Poi che siano totalmente prive di un minimo di stile, è un fatto secondario, pare, perchè la cosa  importante è accontentare il gregge, la massa.
Ultimamente mi son sentita dire da una fashion blogger che il mio blog sarebbe privo di fantasia perchè ha un nome simile quello di un altro blog, anzi praticamente “identico”; che non è così che si riesce ad emergere, ci vuole originalità e rispetto degli altri. Non sapevo che dal nome si giudicasse il contenuto di un blog, ma d’altronde non ci si possono aspettare ragionamenti più complessi dove i neuroni scarseggiano e domina solo lo sciocco attaccamento alla propria vanità. Rispetto: ma il rispetto dei nostri poveri occhi, della nostra intelligenza e del povero dimenticato buon gusto dove sta?
La fantasia è invece la dote che manca in tanti cosiddetti fashion blogs, basati solo su banalità, gusto dell’apparire, outfit improbabili e improponibili,  scarsa conoscenza non solo della moda, ma anche della lingua italiana.
E’ veramente patetico vedere quattro oche che si scannano per un posto al sole in un mondo virtuale, e la cosa altrettanto patetica è vedere brands che le corteggiano senza nemmeno valutare i contenuti di un blog: ma un fashion blog non dovrebbe essere scritto e gestito da una persona, uomo o donna che sia, che in primis capisce qualcosa di moda, e in secundis, sappia comunicare dei contenuti che non siano solo “cosa mi metto stamattina?”
Per fortuna la fantasia è una delle poche doti che non mi manca fin da bambina, mi diverto semplicemente a scrivere articoli perchè amo scrivere, amo la moda e voglio esprimere la mia creatività.
Se tutto questo non mi porterà nell’olimpo delle “veline” che si scambiano sorrisi falsi e cortesi per poi accoltellarsi dietro le spalle come le galline in un pollaio in cerca delle briciole, pazienza, credo che sopravviverò, restando sempre me stessa.

Flower girl

DSC00882

Jumpsuit: un capo di cui mi sono innamorata a prima vista e che non può mancare nell’armadio di una donna.  Perchè allunga e slancia la silhouette, è elegante, femminile, comoda e di gran moda.

Per l’estate l’ho scelta in questi colori accesi e vivaci, un’esplosione di fucsia e turchese su una fantasia floreale, che vi avevo già mostrato in un vecchio post.

Un look frizzante e ipercolorato, un po’ stile figlia dei fiori, adatto a un party sulla spiaggia, a un aperitivo, a una serata danzante, ma capace di riempire di colore, allegria e voglia d’estate anche la vita cittadina.

A completare il look non potevano mancare gli accessori nel mio colore preferito: il fucsia.

Sullo sfondo, una location molto country, bucolica e rustica, un angolo di campagna dentro la città, con cui mi sono divertita a giocare.

DSC00872

DSC00873

DSC00876

DSC00875

DSC00881DSC00874

Jumpsuit: Red Queen

Zeppe: Pulicati

Borsa: Blugirl

Orecchini: Stella Z

Bracciale: no brand

Occhiali: Dolce e Gabbana