Viridì bijoux: The different style

Uno degli aspetti più belli dello scrivere su un blog è che questo hobby ti porta a girovagare di continuo in rete in cerca di novità, brand emergenti, giovani designer.

Ho conosciuto così Virginia Varinelli e il suo blog, The Ugly Truth of V, ma la scoperta ancora più interessante per me è stata il suo marchio di bijoux, Viridì.

Viridì, il cui nome particolare nasce dall’unione tra le iniziali del suo nome e il suo diminutivo familiare, Didì, è una linea di bijoux e accessori che mi ha conquistato per originalità, unicità e stile.

Ciò che più mi ha colpito di questi bijoux, oltre al loro stile insolito, è la loro versatilità, perchè sono perfettamente coordinabili sia con un look casual che con uno elegante.

Collane, bracciali e pochettes sono in poliuretano espanso, materiale lucido e resistente, le pietre applicate sono cristalli di rocca con rifiniture in argento. Tutto rigorosamente Made in Italy.

Qui sotto, una mia breve intervista a Virginia e alcune immagini dei suoi gioielli.

Buona lettura, e… fatemi sapere che ne pensate!

Come nasce il progetto di Viridì?

Viridì nasce da un’idea che ho sempre avuto fin da bambina, avere il mio marchio. Poi col tempo ho sempre esitato finchè una mattina di ormai un anno fa mi sono decisa.
 

Da cosa trai ispirazione per le tue creazioni?

L’ispirazione mi viene di notte, un po’ come ai cantanti che sognano le canzoni e tengono un libretto sul comodino per gli appunti, ecco, a me succede la stessa cosa.

Perchè la scelta del poliuretano espanso come materiale per i tuoi gioielli?

Perchè è appunto differente da altri materiali che sono più consoni in questo settore. Ho voluto sperimentare e creare qualcosa di diverso ma nello stesso tempo che fosse pregiato, ma resistente e flessibile. Allora ho optato per questo materiale

Come definiresti lo stile di Viridì?

 Viridì non ha uno stile, piuttosto direi che è uno stile. Per una ragazza che ama la moda, la apprezza e si evolve con lei. Questo è Viridì.

Chi è Virginia Varinelli?

 Diciamo che sono una creativa e senza la creatività non vivo, anni fa ho provato a chiuderla nel cassetto, ma lei è spuntata fuori e mi ha dato la spinta per realizzare i miei sogni.

Come nasce l’idea del blog The Ugly Truth of V?

 Il blog ormai nasce un anno e mezzo fa, ho sempre avuto la passione per la scrittura e la moda. Il passo successivo era unirle in un unico progetto e così è stato con la nascita di The Ugly Truth of V.

Raccontami una tua giornata tipo.

Difficile avere una giornata tipo ogni volta c’è sempre qualcosa di nuovo ma più o meno sveglia alle otto, mentre faccio colazione pubblico il post della giornata, poi molte volte ho appuntamenti con marchi di abbigliamento per il blog, o incontro clienti nello showroom di Viridì o faccio consulenza media alle aziende di moda. Insomma, non sto mai ferma e non finisco mai di lavorare prima delle ventitre. Ma quando fai un lavoro o più lavori (come nel mio caso) che ami, il tempo non conta, la realizzazione personale che ti dà ti ripaga di ogni cosa.

Hai un’icona di stile cui ti ispiri?

 Icone di stile no, ma di vita si. Se non lo si fosse capito dal mio blog io ho una venerazione per Gabrielle Chanel, ma non per il marchio in sè. Stimo ed ammiro tutto ciò che è riuscita a creare soprattutto perchè ha fatto tutto da sola e quello che ha creato ha stravolto una generazione intera; portando i pantaloni nell’armadio femminile, utilizzano il tweed e ancora molte altre cose che non sto ad elencare. Colleziono tutte le sue biografie e amo rileggerle quando trovo un po’ di tempo per rilassarmi.

Cosa pensi del fenomeno dei fashion blog?

 Trovo che “liberalizzare” il mondo moda e lasciare spazio alle opinioni di chi la vive veramente sia un’ottima cosa, ma come in tutto non bisogna “eccedere”.

 Cosa vuoi fare “da grande”?

Continuare migliorando sempre di più tutte le mie attività, e se devo proprio sognare, mi piacerebbe essere caporedattore di una importante rivista di moda. Forse un po’ banale come sogno, ma spero prima o poi di arrivarci.

 

Scacciapensieri bracelets collection

Summer 2013 collection – modello Acquamarina

Summer 2013 collection – modello Ametista

Rococò studs collection- modello Black Hexagon

Rococò studs collection – modello Magenta Prism

Pochette e bracciale Rococò studs collection – modello Black Sphere

Per informazioni e ordini di Viridì, potete rivolgervi direttamente a Virginia qui:

viridi.virginia@gmail.com

                                                                         Facebook Page:
                                                https://www.facebook.com/viridibijoux

 

 

 

Annunci

10 thoughts on “Viridì bijoux: The different style

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...